• alimenti-del-benessere

      Alimenti del benessere

      Alimenti del benessere contegono: vitamine, minerali, fibre e anti-ossidanti, che mantengono il corpo giovane ed efficiente, senza creare radicali liberi. Però le verdure vanno accompagnate da carboidrati, legumi, frutta e poche proteine animali, come pesce, carne e uova. Anche i carboidrati fanno parte del gruppo degli “alimenti del benessere”, il 60% del nutrimento qogni giorno dev’essere composto sotto forma di pane, pasta, patate, riso, ecc.

      Anche se i carboidrati sono stati spesso “demonizzati” da varie diete, essi sono indispensabili nel regime alimentare quotidiano, perché rilasciano energia lentamente, evitando di arrivare al prossimo pasto troppo affamati … oppure la sensazione di “buco nello stomaco”, che ci spinge a “piluccare” snack magari non molto sani tra un pasto e l’altro. I carboidrati dovrebbero essere integrali, in modo da aggiungere ancora più fibre alla dieta, dando anche un senso di sazietà; riguardo alla quantità di carboidrati giusta per ognuno, sarebbe meglio farsi consigliare da un bravo dietologo, perché nella prescrizione di un regime alimentare corretto bisogna tenere conto di vari fattori: età, stato di salute, eventuali malattie, se si fa attività fisica o no.


      Anche le uova sono ricche di vitamine (A,D,E) e anti-ossidanti, ma il consumo ideale sarebbe di non più di due a settimana. Anche la frutta fa parte a pieno titolo degli alimenti del benessere, grazie alle sue vitamine e anti-ossidanti, ma non si dovrebbe esagerare, in quanto alcuni tipi di frutti sono molto zuccherini, come la banana o il caco. Tra le proteine animali, il pesce è la scelta migliore, perché ricco di vitamina D, acidi grassi e anti-ossidanti, ottimi per l’umore, per mantenere il sangue fluido e il sistema cardio-circolatorio.


      Carne e formaggi andrebbero consumati con moderazione, in quanto le proteine animali affaticano il fegato, il sistema circolatorio, l’apparato renale e l’apparato digerente, non solo facendoci sentire “pesanti” dopo i pasti, ma addirittura causando problemi come cancro e ictus, se se ne abusa. Anche i dolci andrebbero consumati con moderazione, in quanto essi non solo sono calorici, ma le farine bianche, la panna e lo zucchero bianco non sono alimenti proprio sani, in quanto: lo zucchero bianco è un vero e proprio “ladro di vitamine”, le farine bianche mancano di fibre e quindi possono causare stitichezza, la panna “affatica” inutilmente l’apparato digerente.


      Le proteine vegetali, come i legumi (ceci, fagioli, piselli, fave) sono ottimi per accompagnare verdure e carboidrati; inoltre consumarli in questo modo costituisce un piatto unico nutriente e bilanciato! Questo tipo di preparazione è uno dei simboli del regime alimentare mediterraneo, dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio culturale dell’umanità”, in quanto vari scienziati sono concordi nell’affermare che questo tipo di alimentazione è il passaporto per una vita sana e longeva!