• bulgur

      Bulgur

      Il bulgur , noto anche come boulgour, boulgol o bulghul è un cereale “parente stretto” del cuscus, costituito da frumento integrale cotto al vapore. Esso si trova nei negozi di prodotti naturali, nelle erboristerie, mentre in Germania e Francia è più diffuso con immigrazione araba. Esso è ricco di vitamine del gruppo B, potassio, fosforo, fibre, ferro, magnesio e ha un elevato indice di sazietà.


      É anche consigliabile in caso di intestino pigro. Il bulgur è molto comune in Nordafrica. Caucaso e Medio Oriente; ne esistono diverse varianti, a seconda della grandezza dei pezzi. Questo cereale serve per preparare piatti freddi e caldi, minestre, polpette e insalate; un esempio famoso di pietanza al bulgur è il” tabouleh”. Questo prodotto ha la tendenza a deteriorarsi, quindi è meglio acquistarlo sotto vuoto e consumarlo entro breve tempo. Per rendere il bulgur commestibile, lo si mette in un recipiente, ci si versa sopra dell’acqua bollente e si aspettano dai 10 ai 30 minuti, a seconda della pezzatura. Se quest’ultima è fine o media, è ottima per il tabuleh, mentre se è grossa va bene per la cottura pilaf; esso è molto amato specialmente in estate.