• miglio

      Miglio

      Il miglio è un cereale originario dell’Asia centro-orientale, coltivato dagli antichi Egizi e tuttora molto diffuso in Africa, il miglio per l’alimentazione umana è venduto nei negozi macrobiotici, mentre è più usato come mangime per gli uccelli e per il pollame. Il cereale non contiene glutine ed è indicato a chi soffre di acidità di stomaco, grazie alle sue proprietà alcalinizzanti; esso è anche diuretico, energizzante.


      La coltivazione del miglio in Europa fu abbandonata per via dell’importazione del mais dalle Americhe. In fitoterapia il miglio è indicato per combattere stress, ansia, depressione, anemia e stanchezza intellettuale; per questo motivo esso è particolarmente adatto agli studenti.


      Il suo sapore è dolce e delicato; questo cereale è più ricco di sali minerali rispetto a quelli comuni. Alcuni dei suoi principi attivi sono: silicio, ferro, fosforo, magnesio, fluoro, vitamina A e vitamine del gruppo B. Il silicio è ad esempio benefico per lo smalto dei denti, le unghie, i capelli, lo smalto; ad esempio, in Oriente, dove il miglio è parte integrante della dieta quotidiana, le donne hanno capelli folti, lucidi e resistenti. Il miglio ha un buon potere agglutinante, quindi lo si può utilizzare al posto delle uova per “legare” crocchette e sformati, nelle minestre e nei dolci; esso può anche essere usato come ripieno per le verdure al forno.