• wellness-spa

      Benessere spa

      Un segmento molto importante del settore “benessere spa” è costituito dalle terme, che permettono di curare vari disturbi fisici in maniera completamente naturale.
      La tradizione termale italiana benessere spa è antichissima; basti pensare all’antica Roma, dove le terme non solo erano un luogo di cura del corpo, ma anche di incontro. Infatti l’acronimo “spa” non deriva dall’inglese, come si potrebbe pensare in un primo momento, ma dal latino; esso infatti significa “salus per aquam”, salute attraverso l’acqua.


      Alcuni reperti archeologici ci dimostrano che con il benessere spa le virtù terapeutiche delle acque termali di Ischia erano conosciute fin dall’antichità, tanto che queste fonti erano considerate “un dono degli dèi”. Un’altra testimonianza dell’importanza del benessere spa nell’antica Roma è anche il nome della città inglese di Bath, famosa fin dai tempi dell’Impero Romano per i suoi stabilimenti termali, tuttora in funzione. Presso questa città erano presenti fonti termali a base sulfurea, chiamate “Aquae Sulis”.


      Le acque termali possono essere: bicarbonate, oligo-minerali, arsenicali- ferruginose, sulfuree, radioattive, solfate, salso-bromoiodiche, calcio-bromoiodiche, alcaline, salso-iodiche, terrose. Esse vengono somministrate attraverso vari metodi: bagni, inalazioni, irrigazioni, fanghi. il benessere spa con le loro terme sono tutti convenzionati col Servizio Sanitario Nazionale; molti stabilimenti termali offrono molti servizi per i bambini, in quanto le cure termali sono molto indicate anche per loro.


      Altre località termali con il  benessere spa molto famose sono Spa in Belgio, Vichy, Cauterets e Plombières in Francia – queste ultime famose anche per gli “accordi di Plombières” tra Napoleone III e Camillo Benso di Cavour!- Baden-Baden ed Ems in Germania, Merano, Fiuggi, Montecatini Terme, Montegrotto Terme, Recoaro Terme, Abano Terme in Italia. L’Italia offre infatti moltissime fonti termali, molte delle quali conosciute fin dalla “Belle Epoque”, durante la quale qui si ritrovavano la nobiltà e l’alta borghesia per “passare le acque”.


      Alcuni esempi sono: Pejo, le cui acque minerali erano già imbottigliate alla fine dell’Ottocento e vendute perfino a Mosca, Merano, frequentata da “VIP” come Ezra Pound, l’imperatrice Sissi, Franz Kafka e tutta la nobiltà europea, Fiuggi, Ischia, Montecatini Terme, Saturnia, Levico Terme. Quest’ultima cittadina mantiene tuttora l’architettura tipica delle “villes d’eaux” ottocentesche, con larghi viali nei pressi del lago ed eleganti edifici Liberty. Dopo un lungo periodo d’oblio, le vacanze termali sono ritornate molto di moda in questi ultimi dieci- quindici anni, grazie alla domanda sempre crescente di “tempo per sé stessi”, soprattutto da parte dei turisti con un livello di reddito medio-alto … non solo di mezza età o anziani, ma anche giovani!