• Acero

      Dall’acero si ricava uno sciroppo molto usato per dolcificare in Nordamerica; le proprietà purificanti e drenanti dello sciroppo d’acero sono state ampiamente provate scientificamente, ma è meglio non esagerare. Come per l’olio d’oliva, esistono vari gradi di spremitura di questo sciroppo e il gusto varia anche da annata ad annata; quello “A”, il più pregiato e il più chiaro, è ricavato dalla linfa di acero spremuta in primavera è chiamato “fancy”. Quello più diffuso  in commercio viene prodotto all’inizio dell’estate ed è sempre di varietà “A”, ma chiamato “light”, insieme al “sottogruppo” preparato alla fine dell’estate. Lo sciroppo d’acero di tipo “B” o di “grado C”, si chiamano anche “dark” o “commercial” e hanno un colore molto scuro e un sapore molto intenso, non molto amati.

      Questo sciroppo ha anche proprietà emollienti, lassativi, anti-ossidanti, diuretiche, ricostituenti, energizzanti, anti-cancerogene, anti-mutagene e rimineralizzanti. Pertanto lo sciroppo d’acero è indicato nei seguenti casi: stipsi, gastrite, colite spastica, gonfiore addominale, cellulite, gastrite, colite. Lo sciroppo d’acero è anche ricco di acido folico, magnesio, potassio, calcio, ferro, vitamine del gruppo B. Il maggiore produttore mondiale di questo sciroppo è il Canada, precisamente la provincia francofona del Québec, che ne produce addirittura il 75% di tutto il mondo. Grazie alle sue virtù nutrienti, riscaldanti e ricostituenti, lo sciroppo d’acero è indicato per i climi freddi; inoltre in Canada questo sciroppo è utilizzato come “la vitamina morale”, contro la depressione. Lo sciroppo d’acero è indicato per gli sportivi che praticano sport di resistenza, prima e dopo l’allenamento, come ad esempio: body building, corsa, bicicletta. Dell’acero non si utilizza solo la linfa per preparare lo sciroppo, ma anche il legno del tronco ha proprietà terapeutiche: infatti esso dona calma, autorevolezza, energia, chiarezza di pensiero, capacità di trovare un equilibrio nel corso della vita quotidiana. La corteccia di acero, utilizzata per i bagni, aiuta in caso di febbre, brividi, malattie tropicali, mentre le foglie fresche possono essere impiegate per: pediluvi, infiammazioni, piedi gonfi, febbre, punture di insetto.

      Le antiche credenze popolari attribuivano all’acero proprietà protettive contro le streghe, la sfortuna e i pipistrelli; se si faceva passare un bambino sotto le fronde di questo albero, gli si augurava lunga vita. Sapevate che Sikorskij, uno dei pionieri ucraini dell’aviazione e inventore dell’elicottero, trasse l’idea di questa invenzione osservando i semi d’acero che volteggiavano nell’aria?