• felce

      Felce

      Le felci vengono utilizzate fin dal Medioevo per preparare varie medicine; ad esempio, i rizomi e le foglie delle felci maschio sono noti per le loro qualità anti-reumatiche, anti-parassitarie, lenitive, anti-elmitiche, astringenti, vulnerarie e vermifughe.
      E’ possibile trovare la felce sotto forma di tintura madre o estratto secco. Le foglie vengono usate anche per la cura dell’artrite e della gotta sotto forma di polpa; però bisogna assumere questa pianta sotto stretto controllo medico, in quanto estremamente tossica.

      Le foglie di felce maschio vengono anche utilizzate per allontanare i parassiti dell’uomo, come ad esempio le cimici e gli ascaridi. La felce è una delle piante più antiche della terra e non richiede cure particolari; questa pianta era considerata sacra dagli antichi Celti, in quanto si credeva che essa regalasse sogni profetici e la possibilità di procreare per le donne.


      Molte persone tengono in casa le felci come “talismano” contro le avversità della vita e per attirare la fortuna. La specie “felce florida” veniva usata come stimolante della secrezione biliare, diuretico e disinfettante delle ferite. Dalla felce si estrae anche un olio essenziale molto adatto a preparare profumi maschili.