• Gingko Biloba

      Il gingko biloba è detto anche “capelvenere” ed è originario della Cina. Quest’erba è molto usata come frangivento e pianta ornamentale sia in Asia che in Europa, ma è anche ricca di proprietà benefiche; le signore avranno sentito sicuramente nominare questa pianta riguardo alla sua efficacia contro la cellulite e la ritenzione idrica. Il gingko biloba viene anche utilizzato per la cura delle pelli secche, sensibili e screpolate; questa pianta è anche utilizzata con successo per combattere i disturbi della memoria, come ad esempio il morbo di Alzheimer. In Giappone, i semi di gingko biloba sono utilizzati in cucina, specialmente come contorno, oltre che per preparare i bonsai; grazie alla sua longevità, nella nazione del “Sol Levante”, quest’albero simboleggia la vita eterna e si trova spessissimo vicino ai templi. L’albero di gingko biloba è anche molto resistente ai parassiti e all’inquinamento.


      Il gingko biloba ha anche proprietà anti-ossidanti, emollienti, digestive, anti-tumorali, anti-elmitiche, anti-parassitarie, vermifughe, anti-infiammatorie, neuro-protettive, anti-vertiginose, anti-allergiche. Il gingko biloba è anche consigliabile in caso di: asma, arteriosclerosi, varici, vene varicose, disturbi circolatori, parassiti interni, insufficienza venosa, emicrania, depressione, deficit di memoria, diabete, emorroidi, patologie della retina, geloni, asma, tinnito, epatopatie, arrossamenti cutanei, morbo di Raynaud (sia causato da freddo che di radice emotiva), flebopatie, trombosi venose, malattie bronchiali, demenza, vari tipi di vasculopatie, affaticamento psicofisico, ischemie cerebrali, mal di montagna, calo della libido sia nell’uomo che nella donna, zoppia intermittente, emorroidi, vertigini, ronzii, diminuzione dell’udito, insufficienza linfatica, crampi. Il gingko biloba è disponibile sotto forma di compresse, capsule, estratto liquido. Questo rimedio officinale è consigliato ad anziani e ad adulti, ma non ai bambini e alle donne in gravidanza e in caso di allattamento; esso è particolarmente consigliato agli studenti, in quanto esso migliora la memoria, specie quella a breve termine, e la concentrazione.