• lapacho-

      Lapacho

      Il lapacho, detto anche “tecoma” o “tabebuia” è un albero sudamericano originario dell’Amazzonia e delle montagne del Brasile, Paraguay e Argentina dal quale si ricava un infuso molto conosciuto per le sue qualità fitoterapiche, tanto che gli indigeni sudamericani lo chiamano anche “albero divino”. Dalla sua corteccia si estrae un infuso per prevenire molte malattie, molte delle quali serie; il lapacho è anche disponibile sotto forma di tintura madre!


      Esso ha infatti proprietà anti-infiammatorie, anti-settiche, anti-microbiche, anti-parassitarie, anti-fungine, immuno-stimolanti, stimolanti del sistema linfatico, depurative, cardiotoniche, toniche in generale, analgesiche, astringenti, anti-diarroiche, vulnerarie, espettoranti, febbrifughe, anti-tumorali, ipotensive, ipo-glicemizzanti, sedative, diuretiche, lassative e anti-ossidanti.


      Il lapacho è un efficace coadiuvante nella cura della leucemia, candida,artrite, sindromi allergiche, affaticamento cronico, allergie, infezioni batteriche, morbo di Crohn, ulcere peptiche, gastrite, debolezza cardiaca, arteriosclerosi, bronchite, ferite, anemia, vari tipi di ulcere, infezioni parassitarie, infezioni di bocca, naso e gola, eczemi, verruche, disturbi epatici, raffraddore, influenza e altri fastidiosi disturbi.


      Il lapacho contiene i seguenti minerali: calcio, oro, bromo, silicio, manganese, molibdeno, rame, ferro, sodio, potassio, cobalto, oro, nichel, stronzio, bario, argento. Il legno di lapacho è anche molto usato nella costruzione, in quanto molto durevole e resistente agli attacchi dei vari insetti.