• ribes-rosso

      Ribes rosso

      Il ribes rosso è un frutto di bosco molto diffuso in montagna dal caratteristico sapore asprigno. Esso cura le seguenti problematiche: inappetenza, febbre, colite, problemi alla retina, gotta, problemi epatici, calcoli, obesità, artrite, reumatismi, demineralizzazione, asma, mal di gola, stitichezza, obesità, disturbi renali, cistiti, prostatiti.


      Esso è ricchissimo di vitamina C, di calcio, fosforo, ferro, mucillaggini e magnesio; ha proprietà aperitive, digestive, lassative, depurative, lenitive, diuretiche, aromatizzanti, anti-istaminiche, anti-allergiche, anti-ossidanti, toniche, rimineralizzanti. Le foglie e i frutti possono essere utilizzati per preparare una maschera che lenisce i rossori della pelle, fa scomparire le vesciche, nutre la pelle secca e calma le piccole ustioni e le scottature della pelle.


      Il ribes rosso si può consumare sotto forma di frutto, marmellata, decotto, sciroppo, succo. Quest’ultimo può essere bevuto puro oppur allungato con acqua o centrifugato di carota, per ottenere una bella abbronzatura. Le foglie di ribes possono essere strofinate sulle punture di insetto per lenire il fastidio di queste ultime. Il ribes rosso è molto indicato per proteggere i capillari, grazie alla sua ricchezza di antocianine e flavonoidi; questo frutto è anche indicato per mantenere l’acutezza della vista, curare le vene varicose, la ritenzione idrica e i gonfiori.


      Il ribes in tutte le sue forme è molto raccomandabile per i convalescenti e può essere assunto da persone di tutte le età. Il ribes è indicato per gli sportivi, in quanto l’assunzione regolare di esso limita il rischio di crampi e aiuta ad avere una buona funzionalità muscolare; inoltre, esso rende anti-adesive le mucose, impedendo l’insorgenza di malattie come la candidosi e l’Escherichia coli.