• rovo

      Rovo

      Il rovo è famoso per essere la pianta che produce le more, oltre per essere spinoso; questi frutti sono diuretici, depurativi, anti-infiammatori, anti-reumatici, dissetanti, anti-microbiche e lassativi. A proposito di more, sapevate che una leggenda dice che non si possono raccogliere oltre il 29 settembre perché a partire da quella data, il diavolo ci sputa sopra? Inoltre, le more più dolci sono quelle che maturano prima! sambuco fosse stregato.


      Dal rovo si ricava anche un decotto noto per via delle sue proprietà astringenti, ottimo per curare i problemi di bocca, gola e per la cura del diabete. Il decotto di rovo è ideale anche per la cura della diarrea e anche per curare gli occhi stanchi e gonfi. Grazie al rovo si possono preparare delle compresse efficaci in caso di emorroidi e problemi genitali femminili; i germogli di rovo, se bolliti e filtrati, sono un efficace depurativo, tonico e diuretico, da utilizzare all’inizio della primavera per una “pulizia generale” del corpo.


      Le radici di rovo sono ottimi espettoranti. Dal rovo si ricava anche un miele dal gusto intenso e delicato allo stesso tempo; questa pianta è ricchissima di tannini, efficaci in caso di problemi cutanei. Si immerge un batuffolo di cotone in un po’ di decotto, ricavato da foglie o anche fiori di rovo e lasciato raffreddare e poi si passa sulla parte malata. Il rovo è anche efficace in caso di infezioni di stafilococchi, che nell’uomo causano problemi anche seri.