• senape-nera

      Senape nera

      Dalla varietà bianca (Sinapsis alba) di questa pianta si ricava la celeberrima salsa, che accompagna molti piatti di carne in Occidente. I semi di senape nera in India aromatizzano il pesce e i crostacei. Da questa pianta si ricava anche il fiore di Bach “Mustard”; le foglie e le cime fiorite insaporiscono le minestre. In Francia la senape viene preparata in tre modi: “all’antica”, preparata con semi di senape bianchi e neri, la senape alsaziana.


      Delicata in quanto preparata con soli semi bianchi e naturalmente la celeberrima senape di Digione. Dalla senape nera si ricava una farina, ideale per curare vari dolori reumatici; i decotti invece sono ottimi per riattivare la circolazione. I pediluvi a base di senape sono anche molto consigliabili in caso di piedi freddi. Dalla senape nera si ricava un olio essenziale utile per la cura delle nevralgie e dei dolori reumatici; quest’olio va però utilizzato con molta attenzione, in quanto esso può essere irritante.


      Sarebbe meglio utilizzare questo rimedio sotto controllo medico. L’infuso di senape è ottimo per stimolare la circolazione sanguigna ed è un ottimo anti-batterico e anti-piretico. La senape è anche un ottimo purgante, sciogliendo 15 gr di semi di senape pestati in un bicchiere d’acqua, 3 volte al giorno. Per la gastrite, è utile prendere 6 chicchi di senape con un po’ d’acqua.