• timo

      Timo

      Il timo è un’erba aromatica molto utilizzata nella cucina mediterranea, nota per le sue qualità disinfettanti, aromatizzanti, digestive, anti-infiammatorie, espettoranti, tonificanti, defaticanti, tossifughe, carminative, anti-microbiche, anti-seborroiche, anti-micotiche, deodoranti, coleretiche, immuno-stimolanti, balsamiche, anti-settiche, anti-catarrali, depurative, stimolanti, epato-protettive, spasmolitiche, anti-ossidanti.

      Si può infatti dire che il timo fresco, insieme agli altri odori tipicamente mediterranei e/o mediorientali, è una vera e propria “farmacia naturale”, molto efficace e anche economica! Esso è infatti utile contro l’asma, il raffreddore, la pelle stanca, secca, atona, le infezioni urinarie,  problemi respiratori, capelli grassi, micosi, lo stress fisico e psichico, l’acne. Il timo viene anche utilizzato per aromatizzare vino e liquori.


      I Romani e i Crociati si aspergevano con acqua dove era stato a lungo in infusione del timo, perché si credeva che esso infondesse forza e coraggio; inoltre il timo è amico degli sportivi, in quanto esso contrasta l’eccessiva sudorazione, oltre ad essere un efficace deodorante naturale. Dal timo si ricava anche un olio essenziale molto apprezzato per le sue qualità anti-fungine, riscaldanti e disinfettanti.


      Oltre che sotto forma di erba secca o fresca, si può anche contare sull’infuso, tintura vinosa, tintura madre, tisana o sciroppo di timo; dal timo si ricava anche un miele noto per le sue qualità disinfettanti, vermifughe, tonificanti, carminative e anti-batteriche; i fiori del timo sono ricchissimi di nettare, quindi molto “ricercati” dalle api. L’infuso di timo può essere usato anche per detergere e disinfettare piccole ferite, oltre che per curare i vari disturbi respiratori o delle vie urinarie; l’infuso di timo è anche ottimo per “pulire” il fegato. Nel linguaggio dei fiori, il timo rappresenta l’amore duraturo, la costanza e l’operosità.