• fiori-di-bach-oak

      Fiori di Bach Oak

      Il fiore di Bach Oak corrisponde alla quercia, al segno del Toro, al pianeta Plutone, al colore viola; esso fa parte dei “7 aiuti”. Il personaggio famoso Oak potrebbe essere Atlante o Rambo, il prototipo della persona che “non deve chiedere mai”. La persona Oak è caratterizzata da un forte senso pratico, tende infatti a farsi carico di tutto, a non lamentarsi mai, a lavorare indefessamente; essa è robusta, rigida con sé stessa, perseverante, affidabile, coraggiosa, combattiva, stacanovista.
    • oak

      Oak

      La sua frase preferita è “mi spezzo, ma non mi piego”. Le persone Oak non cambiano idea facilmente, per loro nulla è impossibile; hanno grandissime difficoltà a mostrare le proprie emozioni, a delegare il loro compito, perché secondo loro “è normale” che la vita sia soltanto “dovere” e mai “piacere”. Questo atteggiamento affonda le radici nell’infanzia, quando sono stati eccessivamente responsabilizzati dai genitori o dagli adulti che si sono occupati di loro, perché questo atteggiamento da stakanovisti faceva logicamente molto comodo a chi stava loro attorno.

      La persona Oak tende a mettersi all’ultimo posto, minimizzando le proprie debolezze o i propri bisogni a causa del loro orgoglio smisurato; nonostante siano molto stanchi, continuano il loro compito finchè hanno finito, in maniera meccanica. Logicamente, continuando a lavorare e a prodigarsi per gli altri in questo modo senza mai ricevere nulla in cambio, si assiste a un crollo, che si manifesta con forti mal di testa la domenica o nei giorni festivi.

      In questi casi, la frase preferita di Oak è “Non capisco perché mi succede, ho sempre fatto tutto bene!”; detesta essere ammalato perché “non è più così efficiente”. In fitoterapia, la quercia ha proprietà anti-infiammatorie, astringenti ed emostatiche; si usano le ghiande, le gemme, le radici, la corteccia sotto forma di macerato glicerico. Il fiore “Oak” cura i seguenti disturbi fisici: reumatismi, astenia sessuale, sciatalgia, tachicardia, dolori alla schiena e alle spalle, aritmia, contratture del collo e delle spalle, arteriorsclerosi, esaurimento nervoso, disturbi epatici e biliari, ansia, iperattività, mancamenti, problemi alla cervicale, batticuore.