• fiori-di-bach-willow

      Fiori di Bach Willow

      Il fiore di Bach Willow fa parte dei “19 assistenti” e corrisponde: al salice piangente, al pianeta Mercurio, al segno dei Pesci, al colore azzurro. Le persone Willow sono spesso lunatiche, deboli, infastidite, diffidenti, polemiche e tristi, che covano un forte risentimento sotto una facciata mite e tranquilla, non chiarendo mai definitivamente cosa l’ha fatto soffrire; la loro frase preferita è infatti “Non è giusto!”, dando sempre la colpa agli altri, credendo che tutti “ce l’hanno con lui/lei”.

    • willow

      Willow

      La personalità Willow è musona, insoddisfatta, vendicativa e vittimista, “bloccata” in un evento spiacevole che secondo lui/lei “ha rovinato tutto”, sopra cui continua a rimuginare. I tipi Willow sono irascibili, polemici, rancorosi, ingrati, spesso preoccupati e sentono di non poter controllare il loro destino; inoltre essi recriminano in continuazione, non ammettono i loro errori, si autocommiserano incessantemente, pretendendo molto dagli altri ma dando in cambio poco, perchè si pensa che “tutto sia dovuto”.



      I Willow sono difficili da curare, perchè si comportano come dei “malati immaginari”, comportandosi come tali anche quando sono guariti; questo è appunto un metodo molto efficace per avere attenzione. Queste persone sentono sovente un senso di autosvalutazione, sono spesso invidiose dei successi degli altri e non si sentono sufficientemente “ripagati” dalla vita, nonostante i molti sforzi; hanno sofferto per sfortuna o varie avversità, sia lavorative che sentimentali.


      Essi hanno infatti aspirazioni alte, giudicando la vita e gli altri a seconda del successo che hanno avuto. Essi inoltre non capiscono come fanno gli altri ad essere “tanto allegri”; sono i classici guastafeste. In fitoterapia, il decotto o l’infusione di salice piangente ha virtù anti-piretiche, calmanti, anti-spasmodiche e anti-reumatiche.


      Il rimedio Willow cura i seguenti disturbi fisici: polluzioni notturne, tachicardia, sindrome premestruale, insufficienza epatica, bulimia, problemi epatici, gastrici e digestivi in generale, cefalea “da odio”, canizie precoce, impotenza, manie di persecuzione, obesità, spasmi, ulcera gastro-duodenale, alopecia, nevralgie, problemi articolari, disturbi della libido, insonnia, eiaculazione precoce, pessimismo, depressione, aritmia, rughe, ipocondria, risentimento.