• gite-in-bicicletta

      Gite in bicicletta

      Le gite in bicicletta sono un vero e proprio toccasana per il benessere generale del corpo; questo sport tonifica il cuore, abbassa la pressione e aiuta a perdere peso. In un’ora di pedalata, si bruciano infatti dalle 400 alle 500 calorie. Cosce, glutei e polpacci si rassodano, la cellulite viene contrastata, le tossine vengono eliminate.


      Inoltre la bici è un toccasana contro lo stress; infatti bastano pochi minuti di pedalata per sentirsi di nuovo in pace con sé stessi e col mondo. La bici presenta inoltre altri vantaggi pratici, come ad esempio: consente di risparmiare carburante, non è difficile parcheggiarla e permette di rimanere in forma senza annoiarsi in palestra. Per questo motivo molte persone scelgono vacanze al mare, in montagna, al lago all’insegna della bicicletta.


      Le mete più amate sono il Lago di Garda, il Trentino-Alto Adige, la Liguria, la Toscana, il Piemonte, la Lombardia, la Sicilia. In bici è infatti possibile esplorare i seguenti tracciati: i dintorni di Siena, le cittadine del barocco siciliano, il Canavese, le Langhe, i laghi lombardi, le Dolomiti. La regione di montagna dell’Alto Adige non solo offre chilometri e chilometri di percorsi in bici per tutti i gusti e livelli di preparazione, ma offre anche alberghi in montagna specializzati in questo sport: essi sono i “Bikehotels”!


      Se trascorrete le vostre vacanze bici in Alta Badia, avrete la possibilità di praticare il vostro sport preferito capitanati da Maria Canins, fra l’altro nata proprio qui! I ciclisti meglio allenati possono riscoprire il meglio del “Giro d’Italia”, le cui tappe più appassionanti sono state disputate appunto sulle Dolomiti! Un altro itinerario altoatesino molto indicato per chi non è ben allenato, oppure per le famiglie con bambini è la via Claudia Augusta, che si trova in Val Venosta; essa è parallela al fiume Adige.


      Pedalare qui in primavera attraversando i meleti è un’esperienza a dir poco paradisiaca, grazie al profumo dei fiori di questo albero! Come per le escursioni in montagna, anche per la bicicletta vale la regola di “non fare gli eroi”; non bisogna infatti scegliere subito percorsi “duri”, in quanto così facendo, si va incontro a episodi di stiramenti muscolari, contratture, dolori alle ginocchia e alla parte bassa della schiena. Anche la forma del sellino e la sua altezza ha la sua importanza; la posizione ideale è riuscire a poggiare agevolmente i piedi a terra quando si è sul sellino.