• colosseo

      Lazio

      Oltre alle località termali nel Lazio anche a Roma, la capitale d’Italia e una delle città più affascinanti del mondo, che ogni anno richiama milioni di turisti italiani e stranieri. Qui potete davvero sperimentare il meglio del relax da tutto il mondo: orientale, caraibico, svedese, californiano … c’è davvero l’imbarazzo della scelta! Le stazioni termali  nel Lazio sono, oltre alle classiche Fiuggi e Viterbo, Tivoli: Castel Sant’Angelo, spesso meta delle vacanze estive del Papa, Castelforte, Ferentino, Cretone, Canale Monterano, Orte. Il Lazio è la regione dove si trova la capitale d’Italia, Roma. Essa è la “Città Eterna” e una delle mete più amate e frequentate dagli stranieri ed è reputata una delle città più affascinanti del mondo. Il Lazio è anche famoso per la presenza del Parco Nazionale del Circeo, uno dei più affascinanti e variegati d’Italia, situato nella porzione meridionale di questa regione. Il Lazio è anche una meta per le vacanze al mare, specialmente per le Isole Pontine, famose per il loro mare pulito e splendidi paesaggi: Ventotene, Gavi, Ponza. Anche il lago di Bolsena è molto panoramico, insieme al lago di Bracciano, sulle rive del quale si trova il castello degli Odescalchi, dove si sposarono Tom Cruise e Katie Holmes. Il Lazio ospita alcuni tra i “Borghi più belli d’Italia”, come ad esempio Civita di Bagnoregio, Castel Gandolfo, Campodimele. In Lazio si possono trascorrere le vacanze nelle seguenti località termali: Fiuggi, Ferentino, Tivoli, Palestrina, Castel Sant’Angelo.


      Il Lazio è famoso per la presenza della cittá di Roma, che è il polo principale di attrazione turistica. La Cittá Eterna attrae turisti da tutta Italia e da tutto il mondo, per via dei suoi straordinari tesori d´arte e di storia. Roma attrae anche pellegrini da tutto il mondo, essendo il centro della cristianitá, che si riuniscono di domenica a Piazza San Pietro per l´Angelus. I monumenti piú visitati di Roma sono il Colosseo, o anfiteatro Flavio, che è il simbolo della cittá, i Fori Imperiali, tuttora una delle aree archeologiche piú importanti del mondo. La Roma dei papi ha il suo massimo splendore nella Basilica di San Pietro, che ospita la Pietá di Michelangelo e la Cappella Sistina, altro capolavoro di questo artista, inglobata nei Musei Vaticani, una delle collezioni d´arte piú importanti al mondo.


      Montagna nel Lazio


      Oltre ad essere una meta irrinunciabile per gli amanti dell´arte, il Lazio è anche una meta molto frequentata per via delle sue numerose fonti termali. La localitá termale piú importante del Lazio è Fiuggi, dove viene imbottigliata la famosa acqua minerale. La ristrutturazione completa degli stabilimenti termali è stata completata negli anni Settanta e le acque terapeutiche vengono somministrate sotto forma di bibita e sono radioattive; un ciclo terapeutico dura circa 15 giorni. I disturbi che si possono curare in questa cittadina sono quelli dell´apparato urinario e del ricambio. L´acqua di Fiuggi è nota per la prevenzione e la cura della calcolosi renale. Un´altra meta nel Lazio è Tivoli, le cui acque terapeutiche curano disturbi respiratori, cardio-vascolari, ginecologici, gastro-enterici, gengivali.


      Vacanze montagna Lazio


      Con "vacanze montagna Lazio" si intende spesso il complesso del Monte Terminillo, in provincia di Rieti, considerato tradizionalmente la montagna dei romani. Esso fa parte dell´Appennino Abruzzese ed è alto 2217 metri. Questa meta di vacanze in montagna in Lazio offre 40 km di piste di sci da discesa e 20 km di anelli per lo sci di fondo, alcune di queste illuminate per poter sciare di notte, le uniche in tutta l´Italia centrale. Gli impianti di risalita che servono questa localitá turistica sono 8. Altri sport in montagna praticati sul Monte Terminillo sono l´arrampicata, l´alpinismo e le escursioni a piedi, per via del grande patrimonio di biodiversitá di questa montagna. Altri sport praticabili in un centro sportivo molto attrezzato sono il calcio, il tennis, l´atletica, il calcetto.

    • Chi non la conosce? La Città Eterna non manca mai di stupire i suoi numerosissimi ospiti. Il periodo migliore per visitarla sono la primavera e l’inizio dell’autunno. Oltre ad essere una meta di turismo archeologico e pellegrinaggio molto importante, la capitale d’Italia è il simbolo della “Dolce Vita”.

    • La cittadina di Civita di Bagnoregio si trova in provincia di Viterbo ed è inserita nei “Borghi più belli d’Italia”, tanto da essere spesso utilizzata come set per vari film; questa cittadina è di origine etrusca e qui si trova la casa natale di San Bonaventura, amico di San Tomaso d’Aquino, professore alla Sorbona di Parigi e noto anche con l’appellativo di “Doctor Seraphicus”. Questa cittadina è nota anche come la “città che muore”, a causa dell’erosione della collina sulla quale sorge ed è situata in posizione isolata, raggiungibile attraverso un ponte pedonale in cemento armato. Attualmente questa cittadina è abitata da sei persone. Per Natale qui si tiene un presepe vivente, mentre la prima domenica di giugno e la seconda di settembre si celebra il “Palio della Tonna”, nel corso del quale i quartieri di Civita di Bagnoregio si sfidano a dorso d’asino.

    • L’isola di Ventotene si trova in provincia di Latina e fa parte delle Isole Ponziane. Sull’isola di Ventotene si trova l’omonima cittadina, non che non solo è nota per la bellezza dei suoi paesaggi, ma anche per essere lo “scenario” del famoso “Manifesto di Ventotene”, che fu “l’atto di nascita” del “Movimento Federalista Europeo”, che mirava alla creazione di una “Federazione Europea”. I “padri” del Manifesto di Ventotene furono Eugenio Colorni, Ernesto Rossi e Altiero Spinelli. Fin dai tempi degli antichi Romani, l’isola di Ventotene fu meta di confino; qui furono confinate Agrippina Maggiore, Santa Flavia Domitilla, nipote dell’imperatore romano Domiziano e Giulia Livilla, una delle sorelle dell’imperatore Caligola. All’epoca del fascismo, a Ventotene furono confinati personaggi illustri come: Camilla Ravera, Giorgio Amendola, Sandro Pertini, Luigi Longo.

    • L’isola di Ponza è l’isola più conosciuta e frequentata delle Isole Ponziane; la maggioranza dei turisti viene dalla Campania e dal Lazio. La sua spiaggia più conosciuta e frequentata è quella di Chiaia di Luna, però parzialmente chiusa perché a rischio crolli. Quest’isola è anche famosa per le sue lenticchie e per il suo vino bianco e profumatissimo; anche se ora è conosciuta per i suoi paesaggi e il suo mare, prima del secondo dopoguerra l’isola non offriva molte opportunità di lavoro, tanto che molti isolani furono costretti a emigrare. Uno di essi morì nel corso del disastro di Monongah, in Virginia, la più grave sciagura mineraria della storia americana, ricordata dallo Stato italiano con una “Stella al merito del lavoro” e una campana di Agnone. Durante la dittatura fascista l’isola di Ponza ospitò antifascisti al confino e prigionieri libici, slavi e albanesi. Tra i confinati più famosi ci fu … Benito Mussolini – ironia della sorte!- in persona, dal 27 luglio al 7 agosto 1943.

    • Anagni è una cittadina situata in provincia di Frosinone, in Lazio; essa è stata il luogo di nascita di quattro papi: Bonifacio VIII, Innocenzo III, Alessandro IV, Gregorio IX. Qui avvenne anche il famoso “schiaffo di Anagni”, la cui vittima fu Bonifacio VIII in persona da parte del principe Giacomo Colonna, anche se ora si ritiene che il Pontefice avesse subito uno “schiaffo morale”, più che una percossa fisica vera e propria. Questo incidente destò grande scalpore all’epoca, anche tra gli oppositori di Bonifacio VIII, tra i quali si contava anche Dante Alighieri. In questa cittadina si trovano vari palazzi duecenteschi come ad esempio il Palazzo della Ragione, Casa Barnekow, che si dice ospitò il Sommo Poeta in persona e il Palazzo di Bonifacio VIII. Anagni si trova vicino alla famosa città termale di Fiuggi, famosa anche per la sua acqua minerale in bottiglia.