• massaggio-kalari

      Massaggio Kalari

      Il massaggio Kalari è una variante dei massaggi ayurvedici. Esso è nato nell’India meridionale, in abbinamento con lo yoga; questo massaggio è stato pensato per le esigenze degli atleti circensi, delle arti marziali, i danzatori. Questo massaggio avviene coi piedi e guarisce molto bene da traumi e contusioni; esso scioglie inoltre le rigidità muscolari.


      Allevia la stanchezza e se praticato nella zona addominale, è un toccasana contro i problemi dell’apparato digestivo e di stress. Se praticato costantemente, questo massaggio aiuta la longevità. Nel corso del massaggio Kalari vengono usati i piedi anziché le mani perché la muscolatura degli atleti era assai più sviluppata che quella delle persone comuni, quindi si aveva bisogno di più forza. I massaggiatori aspettavano i guerrieri al ritorno, appunto per accelerarne la rigenerazione attraverso il massaggio Kalari.


      Il massaggio avviene attraverso le battiture, le pressioni e scivolamenti, il terapista può anche appendersi ad una corda, per essere più delicato nel suo lavoro. Gli oli da massaggio usati sono: quello al cocco, che ha un effetto rinfrescante, al sesamo per un effetto riscaldante, alla senape per le costituzioni più robuste e alla canfora per potenziare gli effetti balsamici. Essi vengono sparsi coi piedi; se il terapista inizia a massaggiare utilizzando movimenti centrifughi, significa che il paziente ha bisogno di potenziare la circolazione venosa; se invece i movimenti sono centripeti, il paziente ha bisogno di fortificare la circolazione arteriosa.


      Questo massaggio dura fino a due ore, suddivise in cinque fasi; per questo massaggio è necessaria la massima tranquillità, per questo motivo il “sottofondo musicale” per questo massaggio non è contemplato. Sarebbe anche buona norma non parlare al terapista. Il massaggio è controindicato in caso di ernie del disco, traumi recenti e infiammazioni acute.