• massaggio-thailandese

      Massaggio Thailandese

      Contrariamente a quanto si potrebbe pensare in un primo momento, il massaggio thailandese, detto anche Nuad- Bo Rarn, è nato migliaia di anni fa … nei monasteri! Infatti la più celebre scuola di massaggio della Thailandia si trova … presso il monastero di Wat Po! Fino a poco tempo fa, questo tipo di massaggio veniva infatti praticato esclusivamente nei monasteri.


      La scuola di Wat Po predilige le digitopressioni come manipolazione, mentre l’altra scuola di massaggio thailandese, che si trova nella città settentrionale di Chiang Mai, predilige le mobilizzazioni. Il massaggio thailandese è infatti una vera e propria branca della medicina tradizionale di questa nazione. Il massaggio thailandese non solo scioglie le tensioni del corpo, ma anche le emozioni negative. Le manipolazioni del massaggio thailandese derivano dalla tradizione indiana dello yoga , dalla tradizione medica del Tibet e quelle della medicina cinese; il loro scopo è di aprire i centri energetici del corpo, permettendo ad esso di raggiungere uno stadio di leggerezza.


      Il massaggio thailandese funziona sia a livello preventivo che a scopo preventivo che ri-stabilizzante dopo una malattia. Contrariamente a quanto si potrebbe credere, il terapista e il paziente devono … indossare indumenti comodi e non vengono usati oli di nessun tipo!Il terapista usa mani, gomiti, piedi e ginocchia … e non altre parti del corpo … anzi, questo tipo di massaggio è l’ideale per le persone che non si sentono tanto a loro agio a distanza ravvicinata con un estraneo! Il terapista adegua inoltre le manipolazioni al ritmo respiratorio del paziente.


      Il massaggio thailandese libera il corpo dalle tossine, stimola il sistema cardio-circolatorio e immunitario, aiuta in caso di disturbi osteo-articolari, gastro- intestinali, endocrini, stress e insonnia. Esso è molto adatto a chi pratica sport aerobici, come ad esempio il calcio o il ciclismo; altri casi in cui il massaggio thailandese è consigliabili sono l’insonnia, lo stress, la depressione. Esso lavora molto in profondità; è possibile scegliere tra massaggio ai piedi, massaggio totale, massaggio al viso, massaggio per i bambini, massaggio thailandese con sacchetti, affine al “Pinda Sweda” indiano. Esiste anche un massaggio thailandese apposta per le donne, che cura i problemi della gravidanza, mestruali e della menopausa.


      I problemi di salute per i quali il massaggio thailandese è contro- indicato sono: le ernie discali, osteoporosi, ipertensione, disturbi circolatori, le vene varicose, in caso di intossicazione da alcol e droghe, e subito dopo un’operazione chirurgica. Se ci si reca in Thailandia e si vuole provare questo tipo di massaggio, per evitare situazioni tragicomiche, è meglio controllare il centro benessere dove avete prenotato questo trattamento. Se l’ambiente dove siete ricevuti è molto formale, professionale e non allusivo, allora siete capitati in un luogo dove il massaggio è vista come una pratica terapeutica; se l’ambiente dove siete ricevuti è provocante e “ammicca”, il massaggio qui è visto sotto un altro punto di vista.