• olio-di-arnica

      Olio di arnica

      L’olio di arnica è quello più efficace per i guai dell’apparato osteo-muscolare, come ad esempio: lussazioni, fratture, contusioni, artrosi, contratture, artriti, slogature, sciatalgie, dolori muscolari, ecc. Basta applicare qualche goccia di quest’olio sulle parti doloranti. L’olio di arnica deriva dai fiori di questa pianta montana; vengono raccolti nel cuore dell’estate, al culmine della loro fioritura. Esso è ideale per gli arti affaticati e doloranti, aiuta l’espulsione dell’acido lattico.


      L’olio di arnica è ottimo anche sui capelli ed è efficace specie per quelle persone che fanno sport all’aperto nelle giornate fredde. ’olio di arnica ha anche proprietà astringenti, anti-edemiche, antibiotiche, anti-reumatiche, contiene tannini e non andrebbe applicato sulle ferite; quest’olio è adatto sia agli sportivi alle prime armi che ai professionisti ed è anche molto usato dai fisioterapisti e massaggiatori sportivi e professionisti. Oltre ad essere un vero e proprio toccasana per gli sportivi, l’olio di arnica è anche un ottimo anti-rughe, anti-smagliature, anti-acne e tonico della pelle; esso è anche usato per il linfodrenaggio, uno dei trattamenti benessere anti-cellulite più conosciuti e amati.


      L’ARNICA UN RIMEDIO NATURALE
      La piante è stata scoperta già dal XVI secolo dove le proprietà erano già conosciute per le sue qualità antidolorifiche, antiflogistiche, antiecchimotiche ed fino ad oggi viene utilizzato per la fitoterapia, contro le contusioni ed infortuni ma viene anche usata prima di interventi chirurgici, per interventi dentisti perché ha le proprietà di cicatrizzare le ferite. L'arnica è un rimedio naturale per tutti gli sport e i bambini che giocando si prendono piccole contusioni.


      L'ARNICA ANTINFIAMMATORIO
      È un potente antinfiammatorio e analgesico sulle parti traumatiche specialmente sui tessuti superficiali e molli. L’arnica ha anche le proprietà di esercitare il riassorbimento mi macchie blu causate da contusioni..le cosi dette macchie blu. L’arnica riduce gli edemi e i lividi e cosi anche il dolore. Usare l’Arnica è utile per crampi muscolari, slogature e contratture E analgesiche che influisce come rimedio naturale con efficacia contro traumi, artrite, dopo gli esorcizzi sportivi e per la fitoterapia. La pianta erbaceaarnica (Arnica montana) è originaria dell'Europa e in Italia si trova sulle alpi  e alpi dell’Appennino, essa appartiene alla famiglia delle (Asteracee o Composite). E riconosciuta per i suoi fiori gialli arancioni con un odore piacevole e molto aromatico. La fioritura nei prati in montagna è da maggio fino ad Agosto. 


      L’ARNICA CONTRO FORME DI ARTROSI
      Non è conosciuta per le capacità di alleviare il dolore contrastando cosi i sintomi di alcune forme di artrosi. Nel 2007 fu pubblicato sulla rivista Rheumatology International uno studdio dimostrando così che l’uso dell’arnica genera gli stessi benefici della medicina tradizionale come: (Buscofen , ibuprofene, Nurofen, Moment e Cibalgina).


      RICERCA E STUDI SULL’ARNICA
      Nella ricerca hanno fatto parte 204 pazienti soggetti con artrosi alle mani con diversi stadi di infiammazione già con deformazioni già visibili. Il test è stato sudiviso in due gruppi che sono stati trattati con arnica e con ibuprofene con un composito di gel con un trattamento di tre volte al giorno per ca. un ora per il periodo di tre settimane senza lavarsi le mai dopo il trattamento. L’incredibile risultato sull’arnica evidenziava nessun margine di dubbio con una diminuzione del dolore, un miglioramento delle funzioni come la mobilità delle dita e potere maneggiare oggetti senza dolore le mani. È confermato che gli effetti dell’Anica montana è un prestigioso farmaco naturale e sul mecato troviamo una svariata scelta di prodotti a base di arnica come creme, pomate, tinture a base di arnica, ungenti di diverso tipo oppure la tintura madre  il cui principio attivo della pianta e ricavata dalla radice e i fiori. Infatti le virtù antiflogistiche e antalgiche di questa pianta sono l’ elenalina, diidroelenalina e sesquiterpenici.


      MODALITÀ D’USO E CONTROINDICAZIONI
      Bisogna sottolineare che l’utilizzo dell’arnica va impiegata solo all’esterno perché è riscontrato che la pianta è tossica e se viene ingerita può causare gravi conseguenze al cuore, e all’apparato gastrointestinale. Mai applicarla a lesioni aperte o negli occhi o nel lato orale, essa può provocare fenomeni di sensibilità verso il prodotto che potrebbe anche causare la formazione di eczemi o vescicole. Sottolineiamo che l’arnica non è indicata per chi soffre di allergie delle composite, ma è un toccasana per atleti, nello sport in generale, a qualunque età ha un effetto immediato togliendo in dolore.