• olio-di-calendula

      Olio di calendula

      L’olio di calendula ha proprietà lenitive, emollienti, decongestionanti, cicatrizzanti, disinfettanti, idratanti, anti-infiammatorie, antiossidanti, astringenti, antisettiche e tonificanti. Le virtù terapeutiche erano note fin dall’antico Egitto; questa pianta era utilizzata sui campi di battaglia della Guerra di Secessione americana per curare le ferite aperte. L’olio di calendula può essere usato puro oppure mescolato alla crema da notte per ridare tono alla pelle stanca o stressata.


      Quest’olio ha una tollerabilità altissima, tanto che può essere usato per gli anziani, per i neonati e per curare le ragadi dei capezzoli, le micosi, le punture d’insetto, le flebiti, i congelamenti, i calli, le verruche, le scottature, le ulcere, l’acne, gli ascessi, i geloni, le piaghe da decubito, le contusioni, dermatiti, eczemi, i graffi e le infiammazioni intime.


      Quest’olio è anche ideale come olio da massaggio e come antidoto contro il veleno delle meduse e anche come “pronto soccorso” per la pelle provata da trattamenti sbagliati o troppo aggressivi. Esso può essere usato puro o miscelato a qualche altro olio essenziale; l’olio di calendula è ottimo anche in caso di vene varicose o capillari fragili e per rinforzare i capelli, se mescolato all’olio di mandorla dolce.


      La calendula si può assumere tramite decotto, tintura, compresse o infuso, per curare la dismenorrea, i problemi gastro-intestinali e i dolori addominali. L’olio di calendula può anche essere utilizzato per dei suffumigi anti-rughe ed elasticizzanti per la pelle e anche come doposole, per calmare la pelle irritata.