• olio-di-copaiba

      Olio di copaiba

      L’olio di copaiba, o di copaiva, viene estratto dall’oleoresina dell’omonimo albero, che cresce nella foresta pluviale brasiliana e peruviana, apprezzato in cosmetica e profumeria. Quest’olio possiede proprietà cicatrizzanti, anti-batteriche, depurative, battericide, astringenti, anti-ossidanti, digestive, anti-micotiche, anti-forfora, anti-emorroidali, espettoranti, lassative, diuretiche, tonificanti dei reni.


      Per questo motivo l’olio di copaiba è indicato per la cura delle pelli miste e grasse, della forfora, irritazioni cutanee, psoriasi, eczemi, ferite, calli, catarro, duroni; esso cura anche i disturbi dell’apparato endocrino. L’olio di copaiba cura anche le ulcere dello stomaco, i problemi dell’apparato riproduttore femminile, la tosse, i problemi del sistema respiratorio, le insolazioni, le scottature, le bronchiti, l’asma, l’herpes, le cistiti, la leucorrea, punture d’insetto, psoriasi, dermatiti, sinusiti, punture d’insetto, tubercolosi, incontinenza, angina, emorroidi, tonsilliti.


      L’olio di copaiba, mescolato a un altro olio vettore è anche un ottimo olio da massaggio, specialmente per curare gli indolenzimenti muscolari. L’olio di copaiba è controindicato in gravidanza; dal questo albero si estrae anche un olio essenziale, anch’esso noto per le sue qualità fitoterapiche; quest’olio è collegato al plesso solare.


      L’olio essenziale di copaiba può essere inalato, diffuso oppure ingerito in una zolletta di zucchero, aromatizzata con una goccia di esso. L’olio di copaiba è anche utile per gli animali domestici, specie nella cura della leishmaniosi ed è anche utilizzato per la produzione del biodiesel. L’olio di copaiba per uso veterinario cura i seguenti disturbi: incontinenza urinaria nei cani, artriti in cani e gatti, infezioni gastriche nei cavalli.