• achillea

      Achillea

      L’olio essenziale di achillea cura acne, digestione difficile, emorroidi, ipertensioni, rughe, capelli deboli, depressione, insicurezza, confusione mentale, sbalzi d’umore, dismenorrea, artriti, cistiti, crampi, insonnia, vene varicose, ipertensione, indigestione, ferite, menopausa, ragadi, acne, piaghe, problemi ormonali, nevralgie, dolori reumatici, flebiti, dispepsia, amenorrea, edemi. Esso aiuta anche a curare le cicatrici, massaggiandolo su di esse diluito in un olio vettore. L’olio essenziale di achillea è molto costoso, data la scarsa resa della pianta.

      Esso si può assumere per via orale (1 goccia in un cucchiaino di miele), diluito per i massaggi in un olio vettore, oppure disciolto nell’acqua del bagno (3-4 gocce). In Oriente, l’olio essenziale di Achillea è conosciuto per le sue virtù battericide, riequilibranti (Yin/Yang), per infondere fiducia specialmente in caso di cambiamenti importanti, sviluppare fiducia nel proprio intuito e nelle loro capacità e anche capacità di “stare coi piedi per terra”. Esso aiuta anche in caso di problemi ai reni, fegato e vescica; esso è anche un ottimo analgesico, antisettico, anti-emorragico, lenitivo, tonificante, spasmolitico, rinforzante, astringente, anti-seborroiche, rassodanti, anti-infiammatorie, coleretico, stimolante dell’appetito, emmenagogo e anti-cellulite. Esso è sconsigliato in gravidanza e può essere irritante se usato puro sulla pelle; esso può anche essere usato per aiutare la ricrescita dei capelli, se mescolato a un olio vettore come l’olio d’oliva e di mandorle, come impacco pre-shampoo.