• Anice stellato

      L’olio essenziale di anice stellato si estrae dall’anice stellato cinese (da non confondere con quello giapponese, altamente tossico), detto anche “badiana”. Esso è ottimo per curare i problemi intestinali, l’aerofagia, i disturbi gastrici, l’herpes, l’influenza, la diarrea, i gas intestinali, il gonfiore addominale, la nausea, la tosse, l’asma, la bronchite, l’acne, la scabbia, i pidocchi, le coliche ed è anche utile per disinfettare esofago, stomaco e intestino, anche da batteri come l’Escherichia coli e gli stafilococchi.


      L’olio essenziale di anice stellato si usa anche in pasticceria per aromatizzare biscotti e caramelle ed è anche uno stimolante dell’appetito. L’olio essenziale di anice stellato è contraddistinto da un sapore molto simile alla liquirizia e da un profumo balsamico e vivificante. Esso è noto per le sue qualità disinfettanti, anti-fungine, anti-ossidanti, anti-batteriche, insettifughe, digestive, carminative, galattogoghe, stimolanti delle ghiandole esocrine, spasmolitiche, eupeptiche. Una goccia di olio essenziale di anice stellato è utile aggiunto allo sciroppo per la tosse, potenziandone l’azione terapeutica. Esso è controindicato in gravidanza, ma stimola la produzione di latte nelle puerpere; per curare i problemi cutanei è sempre opportuno diluirlo. L’olio essenziale di anice stellato aiuta la crescita capillare e si può aggiungere allo shampoo abituale; quest’olio essenziale, opportunamente diluito, tiene lontani i pidocchi. L’olio essenziale di anice stellato ha anche proprietà anti-tarmiche; per questo motivo lo si può diffondere nell’armadio grazie a un apposito diffusore. L’anice stellato si può anche trovare in commercio sotto forma di spezia, infuso, tintura madre o decotto.