• cajeput

      Cajeput

      L’olio essenziale di cajeput fa parte delle “note di testa” e ha proprietà anti-settiche, anti-batteriche, carminative, anti-spasmodiche, anti-nevralgiche, anti-reumatiche, cicatrizzanti, insettifughe, stimolanti, anti-pruriginose, cicatrizzanti, anti-dolorifiche, balsamiche ed è anche molto utilizzato per la cura della cellulite, della cistite, acne, sciatica, bronchite, tosse, laringiti, bronchiti, mal di testa, mal di denti, dolori muscolari, problemi genito-urinari, punture di insetto, dolori reumatici, crampi addominali, mal di denti, mal d’orecchio, acne, eczemi, reumatismi, parassiti intestinali, infezioni intestinali, dismenorrea, gotta, cistiti, insufficienza epatica, dermatiti, otiti, sinusiti, bruciature, herpes e altri problemi respiratori.


      L’olio essenziale di cajeput è anche ottimo per combattere l’Escherichia coli, ma non dev’essere ingerito, in quanto può provocare nausea, vomito e una grave depressione respiratoria. L’olio di cajeput, se utilizzato sulla pelle, andrebbe sempre diluito, perché potrebbe essere irritante; quest’olio è uno degli ingredienti per il famoso “balsamo di tigre”. L’olio di cajeput ha una matrice yin, è dominato dal pianeta Mercurio e cura principalmente il chakra 5; il profumo dell’olio essenziale di cajeput è una via di mezzo tra quello della canfora e del rosmarino; il suo colore è verde-giallo. Il cajeput aiuta lo scambio emotivo col mondo circostante e a comunicare meglio; esso aiuta anche in caso di insonnia. Esso stimola anche il nostro orgoglio e la nostra volontà, stimolando il “lato maschile” in ognuno di noi; esso migliora anche l’umore, favorendo una pulizia energetica dell’anima. Se utilizzato nella sauna, quest’olio elimina le tossine dal corpo più velocemente e rinforza il sistema immunitario. Quest’olio è controindicato in gravidanza.