• elicriso

      Elicriso

      L’olio essenziale di elicriso ha un profumo dolce, simile al miele, con un leggero sottotono amaro; per questo motivo esso è molto utilizzato in profumeria. Le foglie di questa pianta possono anche essere utilizzate come erbe aromatiche, grazie al loro sapore che ricorda il curry; esse insaporiscono risotti, ripieni, minestre, carni bianche.Essendo molto concentrato, ne basta molto poco, specie se diluito in un olio vettore.


       


      Esso aiuta l’intuizione, la creatività, la compassione e lenisce lo stress emotivo, specialmente per quelle persone che hanno subito maltrattamenti durante l’infanzia; l’olio essenziale di elicriso è anche ottimo per affrontare un cambiamento importante nella vita. Quest’olio è benefico anche in caso di dolori ai denti, dolori mestruali, problemi respiratori, stimolanti per il sistema linfatico e immunitario, reumatismi, psoriasi, eczemi, vene varicose, eczemi, psoriasi, geloni e ustioni. Quest’olio ha infatti proprietà mucolitiche, espettoranti, depurative, anti-infiammatorie, rilassanti, foto-protettive, bechiche, anti-epatossiche, analgesiche, decongestionanti, anti-allergiche, anti-eritematosa, balsamica, anti-edemigene, anti-flogistiche, anti-ossidanti, tonificanti, anti-asmatiche, anti-nevralgiche.


      Per potenziare le proprietà dell’elicriso, bisognerebbe diluirlo in oli vettori come l’iperico oppure la calendula; quest’ultimo olio è particolarmente benefico per la cura dei geloni, grazie alle sue proprietà cicatrizzanti e lenitive. L’olio vettore di iperico è invece benefico in caso di scottature solari, psoriasi ed eczemi, piaghe, ustioni, eritemi solari. Dell’elicriso si utilizza anche un decotto e la tintura oleosa.