• ruta

      Ruta

      L’olio essenziale di ruta, estratto da questa pianta, ha proprietà anti-microbiche, stimolanti della digestione, carminative, emmenagogo –per questo motivo cura molto bene l’amenorrea- protettrici dei vasi capillari, disinfettanti dell’apparato genito-urinario, anti-reumatiche, anti-microbiche, vermifughe, protettrici degli occhi, anti-spasmodiche, anti-emorragiche, sgonfianti, disinfiammanti. La ruta è controindicata in gravidanza perché ha proprietà abortive; inoltre si usa per cacciare i topi, in quanto essi non ne sopportano l’odore.


      In latino la ruta si chiama appunto “ruta graveolens” a causa dell’odore caratteristico. Anche i gatti ne detestano l’odore; per questo motivo, se il gatto ha l’abitudine di marcare il territorio, si può mettere un po’ d’olio di questa pianta nei luoghi dove esso ha l’abitudine di sporcare. La ruta è ricchissima di vitamina C e P e in omeopatia essa viene usata per curare ascessi, nefriti, dismenorrea.


      Altri usi terapeutici della ruta sono: gomito del tennista, sindrome del tunnel carpale, tendiniti, distorsioni, lussazioni, traumi ai legamenti, rigidità e indolenzimento delle spalle, astenia apparentemente senza motivo, emorroidi, sensazione di “gambe deboli”, mal di testa, strabismo, occhi stanchi –specie dopo aver letto molto o essere stati molto tempo al PC- lombaggini, pubalgia, mal di denti, gengiviti, nevralgie, difficoltà visive, ansia, depressione. Dal punto di vista psicologico, il tipo ruta è ipercritico verso sé stesso e gli altri, ha paure e fobie immotivate, tende sempre a polemizzare ed è molto irrequieto.


      Il tipo Ruta ha normalmente i capelli castano scuri e si sen te spesso stanco e affaticato; è iperattivo a causa della sua irrequietezza e quando è scontento non si fa alcun problema a dimostrarlo a tutti