• senape

      Senape

      L’olio essenziale di senape è uno stimolante della circolazione sanguigna e dell’attività intestinale, delle mucose intestinali, regolatore della digestione, ha anche proprietà riscaldanti, risolve gli ascessi e disinfetta l’apparato digerente. L’olio essenziale di senape è anche rubefacente, stimolante del metabolismo e dell’appetito, diuretico, emetico, lassativo, digestivo, diaforetico, carminativo. L’olio di senape è utilizzato come olio da massaggio nella medicina ayurvedica e come riscaldante nei paesi freddi come la Russia.


      L’olio essenziale di senape è anche utilizzato nell’industria alimentare, come ad esempio nella preparazione della “mostarda vicentina”: si prepara una marmellata di mela cotogna, di albicocca o di pera –mezzo chilo di zucchero per un chilo di frutta- e una volta raffreddata si aggiunge l’olio essenziale di senape. Date le proprietà riscaldanti della senape, il nome mostarda deriva dal concetto “mosto che arde”: essendo così forte, la senape è controindicata in caso di irritazioni dell’apparato digerente, dispepsia e disturbi urinari.


      La senape è anche utilizzata per impacchi esterni grazie alle sue qualità espettoranti; essa è quindi benefica per curare bronchiti, influenza, catarro, meteorismo, raffreddore. I cataplasmi di farina di senape, detti anche “senapismi”, sono invece ottimi per le frizioni in caso di nevralgie e dolori reumatici.


      Originaria del Nordafrica e Medio-Oriente, dove cresce spontanea, in Italia la Puglia è la maggiore produttrice di semi di senape…che servono a preparare la famosa “senape di Digione”, vanto della cucina francese! L’olio di senape è consigliato dalla medicina ayurvedica anche per come maschera per i capelli pre-shampoo, in quanto esso ne ritarda l’ingrigimento e ne previene la caduta.